• S248
  • S314
  • S318
  • S321
  • S328
  • S335
  • S333
  • S356
  • S183
  • S363
  • S368
  • S372
  • S380
  • S198
  • S383
  • S429
  • S454
  • S501
  • S509
  • S533
  • S562

SACRIFICIO di Giacomo Sartori

REALIZZATO TRA IL 2012 E IL 2014, IL PROGETTO HA COINVOLTO 220 GIOVANI TRENTINI IN UNA PRODUZIONE TEATRALE CAPACE DI SONDARE I LATI PIU' OSCURI DELLA VITA IN UNA VALLE TRENTINA

con Paolo Bertagnolli, Valentina Caresia, Luca Dapor, Barbara Facchini, Elia Fedrizzi, Flavio Torresani, Daniela Vaia
e la partecipazione straordinaria di Valeria Ciangottini e Pietro Biondi
regia di Elena Galvani e Jacopo Laurino

Leggi tutto

Personaggi e interpreti in ordine di apparizione:
Katia - Daniela Vaia
Diego - Flavio Torresani
Marta - Barbara Facchini
Zio - Pietro Biondi
Zia - Valeria Ciangottini
Anna - Valentina Caresia
Roberto - Elia Fedrizzi
Frank - Paolo Bertagnolli
Aldo - Luca Dapor (prima distribuzione, Michele Fanti)
Valeria Ciangottini e Pietro Biondi, interpreti degli zii, sono maestri d’eccezione e compagni di palcoscenico dei giovani attori non professionisti che interpretano i ruoli dei ragazzi di “Sacrificio”.
I personaggi dei sette ragazzi sono il frutto di un lungo percorso di avvicinamento allo spettacolo in cui due interpreti si sono avvicendati nella costruzione di ciascun personaggio. Un grazie particolare a Marilena Menghini, Manuel Lorenzini, Federica Tomasini, Barbara Widmann, Diego Salizzoni, Alfred Caushi, Luca Dapor. Molti loro gesti, toni e intenzioni sono rimasti nei personaggi portati in scena dai loro compagni.
Musiche originali per clarinetto solo composte da Marco Longo.
Eseguite dal vivo da Lorenzo Laurino.
“Grida” è dei Congegno.
“Pie jesu” è eseguita dal Coro S. Lucia di Magras.
“Isaira” è eseguita dal Coro Genzianella di Roncogno.
Esecutore di musica elettronica e spazializzazione Raul Masu.
Scene e costumi di Elena Galvani e Jacopo Laurino.
Alcuni costumi sono stati offerti da Montura, sponsor del Progetto Sacrificio.
Le scenografie sono state costruite presso il Centro Servizi Culturali Santa Chiara di Trento.
Aiuto regista Federica Dallapria, Maira Forti, Maria Grazia Ruggieri, Susanna Sieff.
Regia Elena Galvani, Jacopo Laurino.
Un grazie particolare a Giulia Lazzarini, generosa maestra di teatro che ha creduto in questo progetto di slow theatre.

Realizzato con i tempi dello slow theatre, Sacrificio è una moderna tragedia, che vede la sua genesi tra le montagne trentine. Una storia scomoda e dura, ispirata a un delitto avvenuto pochi anni fa sulle rive di un lago.

Leggi tutto
Realizzato con i tempi dello slow theatre, molto più lunghi rispetto a quelli di una normale produzione teatrale, lo spettacolo conclude un progetto culturale iniziato oltre un anno fa allo scopo di stimolare un interesse vivo per il teatro e di formare una rete di cultura partecipata e il nucleo di un pubblico consapevole.
Tratto dal romanzo omonimo di Giacomo Sartori, scrittore trentino che divide la sua vita tra Parigi e Trento e che si è occupato personalmente della trasposizione teatrale dell’opera, tratta le vicende di sette ragazzi che vivono in una valle secondaria del Trentino. Una moderna tragedia, che vede la sua genesi tra le nostre montagne, e che si ispira a fatti di cronaca nera locale. Una storia scomoda e dura, quella raccontata da “Sacrificio”, ispirata a un delitto avvenuto pochi anni fa sulle rive di un lago della nostra regione.
Diego fa il guardiaparco, vorrebbe che il bracconaggio fosse sgominato e che il nuovo direttore del Parco s’imponesse sui potentati degli impianti a fune. Marta, rimasta orfana e cresciuta in casa degli zii come un’ombra indesiderata, si batte per mandare avanti il suo malandato allevamento di trote, ereditato dal padre alcolizzato.Ma le notti sono tutte uguali e, dopo il lavoro, non rimane che ubriacarsi fino a non stare più in piedi. Soprattutto in un inverno così diverso dagli altri, un inverno senza neve. Un inverno di pioggia e muffe. Un inverno senza Andrea, morto cercando di attraversare con il suo scassato fuoristrada un torrente in piena. Andrea è morto per gioco, e il gioco della vita si fa sempre più violento. Violenta la passione di Katia, che si è appena sposata con Diego, per il ragazzo biondo, bello e tenebroso, che le fa la posta seduto al bancone del bar. Violenta l’amicizia, violenta la gelosia, violento il sesso, violenti anche i sogni struggenti di un futuro più felice. L’incapacità di affrontare il dolore per la morte dell’amico, i sensi di colpa o i tentativi di rimozione creano dinamiche che mettono a nudo la fragilità dei personaggi, abbandonati a se stessi da adulti incapaci di elevarsi nel ruolo di guida. Il rapporto tra le generazioni è dilaniato da segreti nascosti, dall’incapacità di dimostrare affetto, dalla violenza psicologica. E i ragazzi finiscono irretiti, imprigionati sotto le macerie da loro stessi create.
A questa storia danno vita, affiancati da due professionisti dello spettacolo del valore di Valeria Ciangottini e Pietro Biondi, sette giovani attori non professionisti scelti attraverso una lunga campagna di provini e che per la prima volta affronteranno l’esperienza del palcoscenico. Degli oltre duecento iscritti iniziali, provenienti da ogni angolo del Trentino, sono stati scelti quattordici attori e quattro aiuto registi che hanno preso parte a un percorso teatrale della durata di sei mesi, durante i quali si sono tenuti due seminari con maestri d’eccezione: Osvaldo Salvi e Giulia Lazzarini. Sette di loro, frutto dell’ultima selezione compiuta dai registi, Elena Galvani e Jacopo Laurino, compongono ora questo cast particolarissimo, che consentirà a questi giovani talenti di vivere un’esperienza di crescita artistica davvero unica.
Dal programma di sala del 24 maggio 2013.

Sacrificio - cartolina tournée trentina 2014 - SCARICA

Sacrificio - locandina tournée trentina 2014 - SCARICA

Leggi tutto

Sacrificio - locandina debutto 2013 - SCARICA

Sacrificio - cartolina tavola rotonda 2013 - SCARICA

Sacrificio - cartolina casting 2012 - SCARICA

Sacrificio - locandina casting 2012 - SCARICA

Vai alla nostra galleria video:

Paolo Bertagnolli, Valentina Caresia, Barbara Facchini, Daniela Vaia, Luca Dapor, Elia Fedrizzi, Flavio Torresani  

 

  • IL DOCUMENTARIO

    Sacrificio, il documentario di Riccardo Tamburini sul primo progetto di slow theatre in Italia.

    Leggi tutto

    SACRIFICIO
    Il documentario di Riccardo Tamburini sul primo progetto di slow theatre in Italia.

    Per oltre un anno i registi teatrali Elena Galvani e Jacopo Laurino hanno selezionato e formato un gruppo di giovani attori non professionisti, portando avanti sotto il nome di slow theatre l’idea di un teatro profondamente legato al territorio.
    "Sacrificio" racconta lo spettacolo che hanno allestito, mischiando realtà e finzione: una storia di incomunicabilità, amori ossessivi, abuso di alcool e droghe, rapporti famigliari castranti a confronto con le vere storie dei ragazzi che lo interpretano.

  • L'UCCISIONE DEL DRAGO

    Il drago di Buzzati e l’orso di Sacrificio. Incontro per riflettere sul rapporto uomo e natura in Trentino.

    Leggi tutto

    L'UCCISIONE DEL DRAGO

    Il drago di Buzzati e l’orso di Sacrificio
    Incontro collegato allo spettacolo Sacrificio per riflettere sul rapporto uomo e natura in Trentino
    con i ragazzi della gold list di Sacrificio: Alessia Dorigoni, Andrea Facchini, Stefano Maestrelli, Irene Segafredo
    e con Osvaldo Negra, presidente WWF Trentino – Alto Adige
    e Claudio Groff, referente per la gestione dell'orso in Trentino.

    Nell’ambito della presentazione di Sacrificio all’interno delle stagioni di prosa dei sette Comuni produttori dello spettacolo, Stradanova propone un incontro di approfondimento su uno dei temi toccati dal testo di Giacomo Sartori, quello del rapporto tra l’uomo e la natura nella nostra Provincia.

    IL TEMA. L’ORSO DI SACRIFICIO E IL DRAGO DI BUZZATI
    In Sacrificio il rapporto con la natura è importante per Marta, alle prese con un decrepito impianto di allevamento di trote ereditato dal padre, per Frank, bracconiere, per Diego, guardia forestale alle prese con l’inserimento dell’orso in Trentino. La pioggia non lascia tregua, in un inverno senza neve. Lo spettacolo si apre tragicamente con la morte di uno dei ragazzi in un torrente in piena attraversato per gioco. Alla fine, i tragici destini di Marta e Diego, si legano alle trote che muoiono per la setticemia e all’orso, che i bracconieri, forse legati ai potentati per gli impianti di risalita, uccidono barbaramente.
    L’uccisione del drago è un racconto di Buzzati, su cui hanno lavorato i ragazzi della gold list di Sacrificio, mentre i loro compagni preparavano lo spettacolo di Sartori. Un gruppo di cacciatori si avventura in un’alta valle inospitale, in mezzo a rocce frananti, alla ricerca della caverna del drago, creatura mostruosa, che da sempre terrorizza l’uomo. Gli abitanti del villaggio sottostante, portano da secoli, davanti alla caverna del drago, una capra al giorno, che regolarmente scompare, senza che il mostro leggendario sia stato mai avvistato.
    Il racconto di Buzzati è carico di significati e si presta molto bene a riflettere sull’incapacità dell’uomo di comprendere e accettare la natura nella sua diversità.

    LA STRUTTURA DELL’INCONTRO
    Alla lettura espressiva dell’Uccisione del drago di Dino Buzzati, portata in scena dai ragazzi della gold list di Sacrificio per la regia di Elena Galvani e Jacopo Laurino, seguirà una discussione sulle tematiche più interessanti del racconto di Buzzati, guidata da Osvaldo Negra, presidente del WWF Trentino-Alto Adige che, con l’aiuto di Claudio Groff, referente per la gestione dell'orso in Trentino, proverà a stabilire dei parallelismi tra il drago di Buzzati e l’orso di Sacrificio, per riflettere sul rapporto tra uomo e natura oggi in Trentino.
    La presenza del presidente del WWF e di un esponente del Servizio Foreste e Fauna della Provincia, permetterà di trattare l’argomento da un punto di vista antropologico, oltre che letterario, ma darà anche occasione di conoscere alcuni dettagli tecnici sugli sviluppi attuali del progetto di inserimento dell’orso in Trentino.

    Le date
    GIOVEDI' 13 MARZO 2014, ore 20.45 - Ala (TN), Auditorium della Cassa Rurale Bassa Vallagarina in Viale Malfatti
    GIOVEDI' 21 MARZO 2014, ore 20.30 - Taio (TN), Auditorium della Biblioteca Comunale
    GIOVEDI' 27 MARZO 2014, ore 18.00 - Rovereto (TN), Sala auditorium Melotti
    GIOVEDI' 3 APRILE 2014, ore 20.30 - Borgo Valsugana (TN)

  • INCONTRO CON SARTORI

    L'autore Giacomo Sartori si confronterà con i registi Elena Galvani e Jacopo Laurino e alcuni attori.

    Leggi tutto

    L'autore Giacomo Sartori si confronterà con i registi Elena Galvani e Jacopo Laurino e alcuni degli attori dello spettacolo sulla trasposizione drammaturgica del romanzo Sacrificio (Pequod, 2008; Italic, 2013), ispirato molto liberamente a un fatto di cronaca locale.

    Saranno eseguite letture di alcuni passi del romanzo e recitati alcuni brani della pièce.

    Le date
    VENERDÌ 21 FEBBRAIO 2014, ore 20.30 - Biblioteca di Taio
    LUNEDÌ 24 FEBBRAIO 2014, ore 20.30 - Biblioteca di Mezzolombardo
    VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2014, ore 17.30 - Biblioteca di Ala
    LUNEDÌ 3 MARZO 2014, ore 17.30 - Biblioteca di Borgo Valsugana
    MERCOLEDÌ 5 MARZO 2014, ore 18.00 - Biblioteca di Rovereto
    GIOVEDÌ 6 MARZO 2014, ore 20.30 - Biblioteca di Tione

  • TAVOLA ROTONDA

    Produzioni sperimentali di Slow Theatre. Valore aggiunto alla crescita culturale del territorio

    Leggi tutto

    TAVOLA ROTONDA SACRIFICIO
    Produzioni sperimentali di Slow Theatre. Valore aggiunto alla crescita culturale del territorio, tra opportunità di sviluppo artistico e approfondimento di tematiche sociali.

    MODERA
    Cristina Favaro - Coordinatrice Osservatorio Culturale del Piemonte
    PARTECIPANO
    Alberto Pacher - Presidente della Provincia autonoma di Trento
    Osvaldo Negra - Presidente WWF Trentino Alto Adige
    Sergio Valentini - Presidente di Slow Food Trentino Alto Adige
    Pier Giorgio Rauzi - Professore di Sociologia della conoscenza - Università di Trento
    Daniela Rosi - Responsabile Attività culturali del Centro riabilitativo “Franca Martini”
    Roberto Pancheri - Direttore Servizi d’Alcologia dell’Azienda Sanitaria Provinciale.

    La Tavola rotonda Sacrificio si è tenuta a Mezzolombardo, il 16 maggio 2013

  • 1